5 vantaggi derivati dall’ascolto dei social media

Ascolto

Le persone stanno cercando di comunicare con te, il tuo prodotto o la tua azienda sui social media, ma se non stai in ascolto, non puoi sentirle.

Ci sono persone là fuori nella “socialmedia-land” che cercano qualcosa, magari proprio quello che hai tu da offrire, che sia un prodotto o un servizio. Ce ne sono altre che fanno domande a cui puoi rispondere; ma puoi collegarti con loro solo se ti sintonizzi in modo efficace.

L’ascolto dei social media è uno strumento potente e essere presenti sulla rete senza ascoltarla equivale a non esserci. Invece di “urlare al megafono”, puoi usare gli strumenti di ascolto per sintonizzare le conversazioni e captare quelle più interessanti per te.

Christina Newberry sul blog di Hootsuite spiega l’ascolto sociale in questo modo:
“Immagina le potenti intuizioni di business che potresti ottenere da una ricerca organica di mercato, in cui il focus group è costituito interamente da persone già interessate al tuo brand o al tuo settore. Sembra molto bello, vero?”

L’ascolto sociale può essere molto potente, fornendo informazioni utili in tempo reale sul tuo approccio al marketing e al tuo business. In questo post, delineiamo cinque vantaggi chiave del social media listening.

1. L’ascolto ti rende accessibile

Per fornire un buon servizio clienti, è necessario essere in grado di ascoltare un reclamo, un complimento o una richiesta di informazioni, indipendentemente da dove avvenga.

Da una ricerca condotta da Sprout Social si rileva che il 34,5% delle persone preferisce mettersi in comunicazione attraverso i social media, superando quindi altri canali come la chat live (24,7%), l’email (19,4%) e i numeri telefonici (16,1%).
Il problema è che quasi il 90% dei messaggi sociali indirizzati alle aziende viene ignorato.

Quando ascolti davvero, puoi rispondere alle domande e alle interazioni più velocemente, facendo modo così che le persone si sentano ascoltate e, conseguentemente importanti.

Suggerimento: probabilmente stai già leggendo i messaggi in cui le persone taggano la tua azienda/sevizio/prodotto, ma un buon ascolto significa cercare i messaggi in cui il nome della tua azienda/sevizio/prodotto è scritto in modo errato o non è taggato specificatamente.

2. L’ascolto ti porta nella conversazione più grande

Ascoltare non solo per conoscere ciò che le persone dicono del tuo marchio/prodotto/servizio, ma anche per capire le idee e gli argomenti che emergono nelle conversazioni di cui vuoi (e devi) far parte. Se ci pensi bene, che tu ci sia e che tu lo voglia o no, la tua azienda o il tuo prodotto è già sulla macchina dei social! Allora perché far “guidare” altri?

Identificando le parole chiave pertinenti sui social e seguendo le conversazioni relative alla tua mission, ti apri a nuove discussioni, trovi blog da seguire e commentare e nuove idee su come ottimizzare la tua presenza sui social media.

Ricorda sempre che quando entri in una conversazione, puoi creare relazioni e fiducia, due delle principali leve per l’acquisizione di clienti.

3. L’ascolto ti insegna il linguaggio della conversazione, come le persone parlano di quel problema

La tua azienda ha bisogno di sapere chi è il tuo pubblico: l’ascolto sociale ovviamente aiuta in questo. Ma può anche fornire informazioni più approfondite su chi siano quelle persone.

Che cosa gli interessa? Come parlano di queste cose?
I commenti online tra clienti che si confrontano in base alle proprie esperienze, riescono, nella maggior parte dei casi, ad essere utili per attirare l’attenzione di quelli che ancora non conoscono la tua azienda, il tuo prodotto o servizio, creando grandi vantaggi a tuo favore nel cogliere subito ciò che viene detto di positivo sul brand.
Allo stesso modo, un commento negativo, va gestito nel minor tempo possibile e, dove si riscontrano colpe o mancanze da parte tua, comunicarle e chiedere scusa. Sempre!
Ascoltando la rete riuscirai a capire se ti stai muovendo bene o se la tua strategia o il tuo prodotto necessitano di cambi o miglioramenti. Non è un segreto infatti che molte aziende abbiano cambiato il modo di comunicare il prodotto/servizio perché le conversazioni online rivelavano mancanze o non conformità importanti.

Anche solo notare quali tipi di parole le persone usano può essere utile. Le persone all’interno di una comunità usano spesso il vocabolario, la terminologia e il gergo specifici come indicatori di appartenenza. Se vuoi dimostrare che fai parte di quella comunità, la tua azienda potrebbe dover dimostrare che, letteralmente, parla la stessa lingua delle persone che vuole raggiungere.

4. L’ascolto ti consente di incontrare persone di alto livello nel tuo campo e influencers

Quando si utilizza l’ascolto sociale, è possibile interagire facilmente con i principali sostenitori del proprio brand/servizio. Puoi chiedere le loro opinioni e il loro supporto, puoi includerli nella tua strategia di comunicazione. Puoi informarti su di loro e su cosa gli interessa. A volte i tuoi migliori sostenitori sono proprio i tuoi fan e potrebbero essere in grado di comunicare sulla tua azienda/prodotto meglio di quanto tu possa fare. Ascoltare ti aiuta ad abilitarli. I “sostenitori” spesso educano gli altri sulla tua azienda/servizio. Questo tipo di “marketing del passaparola” è potentissimo.

In effetti, il passaparola è più potente della maggior parte di altri tipi di messaggi, perché proviene da persone reali e non direttamente da un’azienda. Il passaparola è pulito da interferenze “interessate”.

5. L’ascolto ti mostra cosa sta funzionando (o no) per i tuoi concorrenti

Puoi anche monitorare ciò che fanno le altre aziende (competitor) e vedere come le persone rispondono. Questo potrebbe farti capire che la tua azienda ha l’opportunità di fare qualcosa che gli altri non sono riusciti a fare o che il tuo prodotto è migliore rispetto ad altri per delle differenze, magari minime, ma sostanziali.

Come dice Ryan Holmes, CEO di Hootsuite, ottenere feedback sulla tua azienda/prodotto tramite l’ascolto sociale può essere “straordinariamente informativo”. Come ogni tipo di feedback, l’ascolto potrebbe portarti a capire, ad esempio, che ti stai muovendo nel modo sbagliato.

Pensa a questo strumento come a un’opportunità di cambiamento positivo, perché è esattamente questo che rappresenta.

Share it